Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Oggi mamma news

Oggi mamma news

Un piccolo universo, dedicato alla famiglia, alle mamme e ai figli.


Patologie orecchio sintomi e cureesse

Pubblicato da Mara Mencarelli su 23 Febbraio 2021, 14:04pm

Tags: #salute in famiglia-sport

Nei bambini le patologie

dell'orecchio i sintomi e le cure,

sono leggermente diverse

rispetto all'adulto e richiedono

un rapido intervento.

 

Le patologie dell'orecchio, i sintomi e cure nei bambini, sono molteplici. Le malattie da virus e batteri sono dovute alla fragilità dell'organo e del sistema immunitario immaturo. Le otiti colpiscono di frequente i piccoli pazienti e sono le più comuni tra le malattie dell'orecchio. Anche altre malattie dell'orecchio possono insorgere nei bambini e richiedere l'intervento di un otorino, e nei casi più gravi , di un chirurgo.

Patologie orecchio sintomi e cure

Patologie orecchio sintomi e cure

Patologie dell'orecchio: malattie comuni e non

 

Tra le malattie delle orecchie che possono colpire sia un bambino che un adulto, se ne collocano principalmente quattro differenti tipi più o meno gravi.

Malattie orecchie

Tra le patologie delle orecchie, alcune, possono causare ipoacusia o sordità totale, altre richiedere l'intervento medico e l''uso di farmaci:

  • Le otiti croniche quelle più comuni
  • L’otosclerosi
  • Le discontinuità ossiculari
  • Sordità profonde neurosensoriali

 

Se diagnosticare un problema all'udito o malattie dell orecchio in atto nell'adulto, è sicuramente più semplice in quanto vi è collaborazione e coinvolgimento; nel bambino specie se piccolo, non sempre i genitori si accorgono di un problema presente, o di una malattia che colpisce l'organo dell'udito.

 

Disturbi dell'orecchio: otite nel bambino

 

Nei bambini l'otite colpisce con frequenza specie nell'età infantile. Ciò è dovuto alle dimensioni ridotte dei canali uditivi che mettono in contatto naso, faringe e bocca. E' facile che un raffreddore o un mal di gola, sfoci in un otite, questo perché i batteri e i virus sono in grado di raggiungere l'orecchio con estrema facilità.

Crescendo, i condotti uditivi  si allungano e si allargano e questo disturbo tende ad attenuarsi, diventando sicuramente meno frequente nei ragazzi e nell'adulto. 

 

Malattie orecchio

 

L'otite cronica è caratterizzata da infiammazione del canale uditivo, con coinvolgimento e perforazione della membrana timpanica. In alcuni casi può essere necessario un intervento di ricostruzione della membrana attraverso tecniche di miringoplastica intervento che attua il dottor Roberto Pareschi otorino a Bergamo.  

 

Disturbi dell orecchio: otosclerosi

 

L'otosclerosi è la causa più frequente che determina la perdita dell'udito. Insorge in età giovanile ed adulta, facendo registrare un picco di rilievo tra i 20 ed i 40 anni. Si tratta di una distrofia del tessuto osseo dovuta ad una alterazione dell'omeostasi ossea (capsula), che provoca una fissità della catena ossiculare; può essere causata da malattia o traumi. La conseguenza di questo processo è la sordità progressiva, l'intervento per elezione è quello di Platinostomia o Platinotomia.

 

Sordità neurosensoriali

 

Le sordità di tipo neurosensoriali colpiscono adulti e bambini e sono legate ad un problema dell'orecchio interno e del nervo cocleo-vestibolare, coinvolti a livello cerebrale anche i centri uditivi. Queste patologie vengono corrette con apparecchi acustici o, attraverso la chirurgia con impianti cocleari.

 

Come capire se il bambino presenta problemi all'udito

 

Alcuni bambini per cause genetiche o virali possono nascere già privi di udito. Capire se il bambino presenta sordità o riduzione dell'udito non è poi, così complesso. Un osservazione attenta permette di rilevare deficit uditivi. Se vi accorgete che chiamando il bambino non si volta, o che i suoni ed i rumori forti non lo disturbano, dovrete insospettirvi.

 

Un bambino, anche molto piccolo, reagisce agli stimoli sonori e si volta se chiamato, sobbalza se sente un rumore frastornante improvviso. Tutti segnali che dovrebbero mettere in allerta un genitore, e spingerlo a  recarsi da un otorino.

 

Come capire se il bambino ha l'otite

 

Un neo genitore potrebbe non cogliere i segnali di un otite. Il mal d'orecchi costringe il piccolo a posizioni anomale del capo, il dolore lo fa piangere e ,se si attua una leggera pressione nella parte interna del l'orecchio verso la guancia nella zona del trago il bambino sente dolore e piange o si scansa.

 

Come capire se il bambino ha l'otite
Come capire se il bambino ha l'otite

 

Sintomi più gravi sono il gonfiore ed il rossore. In genere un otite nel bambino sopraggiunge dopo un raffreddore. Anche in questo caso, è buona norma essere tempestivi e recarsi dal pediatra o da un otorino, a seconda della gravità dell'otite.

 

Una complicanza dell'otite da non sottovalutare è infatti la perforazione del timpano e un progressivo estendersi dell'infezione che può coinvolgere l'osso mastoide ed arrivare a provocare una grave meningite. Il coinvolgimento meningeo si manifesta con rigidità dei movimenti del capo. 

 

L'udito è uno dei 5 organi di senso, insieme alla vista, al tatto, al gusto e all'olfatto. Ogni organo di senso riveste una grande importanza per le funzioni che esplica e va salvaguardato sin dall' età prenatale

 

Post recenti